COUSCOUS AL BASILICO GENOVESE E GAMBERI SU PESTO TRAPANESE / / Ricetta #PESTOAPARTE



(Il piatto che unisce)

 

Ricetta #PESTOAPARTE realizzata dall’ISTITUTO Alberghiero G.Casini di La Spezia - CLASSI 3°A e 5°D.

#pestoaparte, il contest delle ricette creative a base di Basilico Genovese DOP, scoprilo qui.

                                                                                                                            

 

Ingredienti per 4 persone

300 gr di gamberi

250 gr di couscous precotta

 

 

Per il brodo

2 l d’acqua

300 gr di scorfano

50 gr cipolla

50 gr di sedano

50 gr mandorle

100 gr pomodoro

n. 1 Spicchio aglio

Prezzemolo q.b.

Sale

Per la salsa al basilico

100 gr brodo di pesce

30 gr pinoli

 1 mazzo di Basilico Genovese DOP

Olio extravergine di oliva q. b.

Ghiaccio q. b.

Per il pesto alla trapanese

300 gr pomodorini

30 gr di pecorino siciliano

5 foglie di basilico

½ spicchio d’aglio

½ spicchio d’aglio rosso DOP di Nubia

Olio extravergine di oliva

Sale

Per il brodo

In una casseruola, rosolare la cipolla il sedano e l’aglio, successivamente aggiungere i pomodori tagliati a dadini, il prezzemolo e le mandorle tritate. Unire all’acqua fredda un po’ di sale e lasciare bollire adagio per mezz’ora. Fare raffreddare e poi immergere il pesce (l’acqua deve coprirlo a filo).

Mettere di nuovo sul fuoco e, calcolando dieci minuti per ogni mezzo chilo di pesce da quando il liquido inizia a sobbollire, portare a cottura. Filtrare il brodo

Per la salsa al basilico

sbollenta le  foglie di basilico, passale in acqua e ghiaccio per mantenere il colore e asciugale. Frullale il basilico con l’olio extravergine di oliva, 100 g di brodo di pesce freddo, una manciata di pinoli e un pizzico di sale.

 

 

Per il pesto alla trapanese

Pestare o frullare un fascetto di basilico con 1 spicchio d'aglio e un po’ d'olio.

Aggiungere le mandorle e continuare a frullare, successivamente aggiungere i pomodorini, il sale, ed il pecorino, aggiungendo anche altro olio a filo.

E frullare fino ad ottenere un composto omogeneo ma non liscio.

Confezionamento del piatto:

 Tagliare a dadini piccoli 100 gr di gamberetti. In  una ciotola che sia abbastanza grande, unire il couscous crudo con i gamberetti, versare un po’ brodo di pesce caldo e aspettare che i chicchi si gonfino, mentre assorbono il liquido. Lasciare quindi riposare per 10 minuti, con coperchio, avendo cura di andare a mescolare di tanto in tanto con una forchetta, in modo da rendere più semplice l’assorbimento da parte di tutto il grano. Successivamente aggiungere la salsa al basilico e mescolare fino all’assorbimento della salsa stessa.

In un piatto aggiungere un mestolino di pesto alla trapanese, sovrapporre con un coppa pasta il couscous e decorare con 2 gamberetti leggermente saltati in padella
 

La classe racconta:

 

“E’ stato scelto questo piatto, perché  presso il nostro Istituto abbiamo affrontato il tema del bullismo, a volte causato dalla diversità di pensiero e di abitudini e di culture diverse . Per questo motivo, si è voluto integrare due città diverse di poli opposti, per far passare un messaggio ben preciso, “benché oltre i popoli possono integrarsi e fondersi”. Quindi, anche i piatti con i suoi ingredienti e tradizioni, si possono sposare allo stesso modo.

E forse per chi sa credere a qualcosa di speciale, è unico.”